Difendere gli interessi e le prospettive dei bambini e dei giovani resta una necessità!

La Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG) compie 40 anni! Per festeggiare questo traguardo, la CFIG invita gli attori della politica dell’infanzia e della gioventù a un incontro che si svolgerà giovedì 29 novembre 2018, a partire dalle ore 14.00, al centro culturale PROGR, a Berna, in presenza del presidente della Confederazione Alain Berset. Saranno menzionati in particolare le sfide cui devono far fronte le politiche cantonali nonché i progressi e le lacune nell’attuazione dei diritti dei minori in Svizzera. Un’esposizione illustrerà inoltre le tappe principali che hanno segnato la sua attività.

 

 

Politiche dell’infanzia e della gioventù: fermarsi significa fare un passo indietro!

Dopo la ratifica da parte della Svizzera della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo nel 1997, l’entrata in vigore della nuova Costituzione federale (in particolare degli art. 11, 41 e 67) nel 1999 e la pubblicazione del rapporto del Consiglio federale «Strategia per una politica svizzera dell’infanzia e della gioventù» nel 2008, la politica dell’infanzia e della gioventù si è sviluppata a piccoli passi, ma in modo costante, sia a livello federale che cantonale.

Il presidente della CFIG, Sami Kanaan, sottolineerà l’impegno della Commissione per lo sviluppo di una politica per e con i bambini e i giovani, il riconoscimento dell’utilità di tale politica e l’importanza di avere risorse sufficienti. Ricorderà inoltre che l’attuazione della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo in Svizzera deve ancora essere migliorata, in particolare per quanto riguarda i gruppi vulnerabili.

Andrea Weik, co-presidente della Conferenza per la politica dell’infanzia e della gioventù, mostrerà che, nonostante lo sviluppo delle politiche cantonali e un migliore coordinamento, restano grandi differenze tra i Cantoni, un aspetto problematico nell’ottica delle pari opportunità. Non si deve dare nulla per scontato. Di fronte alle crescenti esigenze, gli attori cantonali devono assicurarsi che le prestazioni in favore dei bambini e dei giovani non facciano le spese di misure di risparmio.

A nome della Rete svizzera diritti del bambino, Lea Meister illustrerà i progressi, ma anche le lacune nell’attuazione della summenzionata Convenzione ONU in Svizzera. Per esempio i bambini devono conoscere meglio i loro diritti e poter far sentire la propria voce. Attualmente, inoltre, analogamente a quanto accade nel caso di altre convenzioni internazionali, i diritti dei minori sono presi di mira.

La CFIG, dalle manifestazioni giovanili degli anni 1980 alla generazione 4.0

Istituita dal Consiglio federale nel 1978 quale Commissione federale per la gioventù, la CFIG, il cui mandato è stato esteso alle questioni dell’infanzia nel 2003, s’impegna da 40 anni in difesa della prospettiva e dell’interesse superiore dei bambini e dei giovani.

Sin dal principio, in seguito alle manifestazioni giovanili degli anni 1980, la Commissione aveva esortato a instaurare un vero dialogo con i giovani, anziché ricorrere alla repressione della polizia. La CFIG si è poi impegnata in favore della partecipazione dei bambini e dei giovani in numerosi rapporti e pareri, sia per promuovere la partecipazione civica sia per fare rispettare il diritto dei minori di essere ascoltati in tutte le procedure amministrative o giudiziarie che li coinvolgono. Fedele a un approccio globale e interdisciplinare, la Commissione tratta anche gli aspetti legati alla protezione dei bambini e dei giovani nonché alla promozione delle loro competenze, in particolare nei suoi rapporti tematici.

«I giovani: vittime o carnefici?» (1998), «Giovani e povertà: un tabù da abbattere!» (2007), «La sessualità dei giovani nel corso del tempo» (2009), «Critici o manipolati? I giovani e il consumo consapevole» (2014) sono i titoli di alcuni rapporti pubblicati dalla CFIG, che illustrano l’ampia gamma dei temi trattati. Essi forniscono un’analisi approfondita e piste d’azione riguardo a problemi di attualità, concentrandosi sulla prospettiva dei bambini e dei giovani. Con il rapporto «Crescere nell’era digitale», che verrà pubblicato all’inizio del 2019, la Commissione si concentrerà sulle competenze da acquisire per lavorare, vivere e agire in un mondo digitalizzato.

Esposizione 78 ---- 18

L’esposizione 78 ---18, realizzata dalla giovane grafica bernese Florine Baeriswyl, ripercorre i 40 anni di esistenza della CFIG, mettendone in evidenza i lavori e i prodotti attraverso le tappe principali dell’evoluzione della politica dell’infanzia e della gioventù in Svizzera nonché alcuni avvenimenti salienti del contesto sociale. L’esposizione potrà essere visitata durante la giornata del 29 novembre 2018 o consultata sul sito Internet www.cfig.ch a partire da metà dicembre.

Il programma della manifestazione «La CFIG festeggia i 40 anni!» (disponibile in francese e in tedesco) si trova sotto la rubrica «Documenti». I giornalisti sono benvenuti all’evento. Il presidente della CFIG, Sami Kanaan, e altri relatori saranno a disposizione per rispondere alle loro domande.

Indirizzo per l’invio di eventuali domande:

Segreteria della CFIG, ekkj-cfej@bsv.admin.ch, tel. 058 462 92 26, www.cfig.ch